Discorso Di Monza

Monza 31 Ottobre 1932

Venendo tra voi io ho adempiuto alla mia promessa. Ne avevate mai dubitato? (No). Lo credete che io mantenga sempre le mie promesse? (Si). E poi…. Poi ritardavo a venire a Monza per vedere la trasformazione che si è operata anche in questa vostra illustre città. E poi perché io non posso dimenticare – io non dimentico nulla – che i primi 100 fucili a difesa del popolo d’Italia vennero dalle squadre di Monza (Applausi).
Ed ora, o camerati, quando voi avrete preparato e compiuto un altro blocco di opere, io vi prometto che le verrò a visitare e come sempre manterrò questa promessa.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy